Emergenza Coronavirus. Il Servizio di assistenza domiciliare alle famiglie

CORONAVIRUS. Prosegue il Servizio fornito dal Comune di Castelnuovo di Garfagnana con la Protezione Civile Comunale , per l’ assistenza domiciliare per la consegna dei farmaci e dei generi alimentari e di prima necessità . Attivi per il Servizio i numeri telefonici presso il Centro Operativo Conunale 0583.641368 oppure 329.3813935 #iorestoacasa

Vedi il Video:

https://www.facebook.com/ProtezioneCivileCastelnuovoDiGarfagnana/posts/3047294668723295

Emergenza Coronavirus. Con il nuovo DPCM del 11 marzo 2020 istituito su tutto il territorio Nazionale il “Lockdown”

Sulla base del nuovo DPCM del 11 marzo 2020 sono introdotte le seguenti misure per il contenimento della diffusione del Coronavirus. Tali disposizioni resteranno in vigore fino al 25 marzo:- Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l’accesso alle sole predette attività. -Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. – Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.- Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto. – Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) diverse dalle seguenti: lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia;attività delle lavanderie industriali;altre lavanderie, tintorie;servizi di pompe funebri e attività connesse.- Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari ed assicurativi.

Emergenza Coronavirus. Il Presidente del Consiglio firma il DPC 9.3.2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 9 marzo 2020 recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale. Il provvedimento estende le misure di cui all’art. 1 del Dpcm 8 marzo 2020 a tutto il territorio nazionale. Tali disposizioni producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.- E’ vietato ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal proprio comune di residenza salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza; Gli spostamenti potranno avvenire solo se giustificati mediante autodichiarazione (che si allega al post sotto forma di immagine), che potrà comunque essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze dell’ordine. La veridicità dell’autodichiarazione potrà essere verificata anche con successivi controlli. La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella indicata dal dpcm 8 marzo 2020 (articolo 650 del codice penale: inosservanza di un provvedimento di un’autorità, punibile con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a duecentosei euro), salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave.- È inoltre vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. – Le attività di ristorazione e bar sono consentite dalle 06.00 alle 18.00 con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.- Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Nei giorni feriali, il gestore deve comunque predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale, le strutture dovranno essere chiuse. – La chiusura non è disposta per farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari, il cui gestore è chiamato a garantire comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.- Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

Emergenza Coronavirus. Primo caso a Castelnuovo

Il Sindaco del Comune di Castelnuovo di Garfagnana conferma che in data odierna ha ricevuto, da parte delle competenti autorità sanitarie, la comunicazione che é stato registrato un caso di contagio nel proprio territorio.Il Comune di Castelnuovo di Garfagnana e la ASL hanno attivato i propri protocolli interni per la gestione di questo genere di evento ed insieme alle altre autorità competenti sta costantemente monitorando la situazione.Si invita i cittadini a continuare a seguire le misure di prevenzione che sono state diffuse nei giorni scorsi e soprattutto a non rivolgersi direttamente al pronto soccorso ma, per qualsiasi necessità, al proprio medico o pediatra di famiglia. Sarà cura dell’Amministrazione fornire aggiornamenti attraverso i propri canali ufficiali.

Vedi il Video messaggio del Sindaco Andrea Tagliasacchi

https://www.facebook.com/ProtezioneCivileCastelnuovoDiGarfagnana/posts/3023895334396562

Emergenza Coronavirus. Prime misure intraprese dal Comune

8 Marzo 2020  · CORONAVIRUS – AGGIORNAMENTO 8 MARZOSi informa che, a seguito dell’entrata in vigore del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020, l’Amministrazione Comunale di Castelnuovo di Garfagnana, in continuo contatto con tutti gli organismi preposti, sta predisponendo ogni misura necessaria al fine di prevenire e contenere la diffusione del Coronavirus, così come stabilito dalle nuove disposizioni.Al momento non sono segnalati casi di contagio nel territorio comunale.Nonostante questo l’Amministrazione è pronta con precisi protocolli a gestire ogni eventuale emergenza.E’ assolutamente necessaria la massima collaborazione dei cittadini che, attenendosi alle prescrizioni igienico-sanitarie diffuse precedentemente e ribadite anche in questo nuovo decreto, possono consentire una ricaduta positiva, concreta e immediata.Si ricorda che è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.Si ricorda inoltre che è fatta espressa raccomandazione di limitare la mobilità al di fuori dei propri luoghi di dimora abituale ai casi strettamente necessari.Fino al 15 marzo sono sospese le attività scolastiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado;Fino al 15 marzo è sospeso il servizio educativo per la prima infanzia Nido “La Nuvoletta”.Fino al 3 aprile sono sospesi gli spettacoli, compresi quelli teatrali e cinematografici, le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato.Fino al 3 aprile sono sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, con applicazione di specifiche sanzioni in caso di mancato rispetto.Fino al 3 aprile la Biblioteca Comunale resterà chiusa con sospensione dell’erogazione dei relativi servizi.E’ consentito lo svolgimento delle attività di ristorazione e bar, con obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.E’ fortemente raccomandato che il gestore di esercizi commerciali diversi da quelli indicati ai punti sopra, sia all’aperto che al chiuso, garantisca l’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori;L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.Fino al 3 aprile sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri.Fino al 3 aprile sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Resta consentito lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive, nonché degli allenamenti degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, oppure all’aperto senza la presenza di pubblico: in tutti questi casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto o all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di un metro.Gli uffici comunali resteranno regolarmente aperti. E’ opportuno rispettare le norme precauzionali e pertanto si consiglia di rivolgersi agli uffici solo per necessità non rimandabili.Si invita la cittadinanza ad attenersi esclusivamente alle indicazioni provenienti da fonti ufficiali.Sarà cura dell’Amministrazione fornire aggiornamenti attraverso i propri canali ufficiali.

CORONAVIRUS – AGGIORNAMENTO 5 MARZO 2020

Si informa la cittadinanza che l’Amministrazione Comunale di Castelnuovo di Garfagnana, in continuo contatto con tutti gli organismi preposti, sta predisponendo ogni misura necessaria al fine di prevenire e contenere la diffusione del Coronavirus così come disposto con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.Al momento non sono segnalati casi di contagio.Nonostante questo l’Amministrazione è pronta con precisi protocolli a gestire ogni eventuale emergenza.

E’ assolutamente necessaria la massima collaborazione dei cittadini che, attenendosi alle prescrizioni igienico-sanitarie diffuse precedentemente e ribadite nel decreto (vedi immagine), possono consentire una ricaduta positiva, concreta e immediata.

• Fino al 15 marzo sono sospese le attività scolastiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado;

• Fino al 15 marzo è sospeso il servizio educativo per la prima infanzia Nido “La Nuvoletta”.

• Fino al 3 aprile sono sospesi gli spettacoli, compresi quelli teatrali e cinematografici, le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro (stagione teatrale, eventi, presentazioni di libri, spettacoli ecc).

• Fino al 3 aprile sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Resta consentito lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive, nonché degli allenamenti degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, oppure all’aperto senza la presenza di pubblico: in tutti questi casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.

• Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto o all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di un metro.

• La Biblioteca Comunale rimane aperta nel rispetto delle prescrizioni previste dal decreto.

Gli uffici comunali sono regolarmente aperti. E’ opportuno rispettare le norme precauzionali e pertanto si consiglia di rivolgersi agli uffici solo per necessità non rimandabili.

Si invita la cittadinanza ad attenersi esclusivamente alle indicazioni provenienti da fonti ufficiali. Sarà cura dell’Amministrazione fornire aggiornamenti attraverso i propri canali ufficiali.